martedì 29 novembre 2011

Primo giorno

Il concetto di stage svizzero prevede caffé, mensa, ufficio singolo, no finestre, portatile, apertura istantanea di un indirizzo e-mail ufficiale e di una polizza assicurativa, e tanta autonomia (leggi : pila di documenti da smaltire. Dove il datore di lavoro non è arrivato a risolvere i guai, ci pensa lo stagista!).
Incoraggiante. Almeno, si fa pieno affidamento sulla mia capacità di giudizio e di organizzazione.

Dal punto di vista personale ci sono pro e contro: contro, decisamente la tastiera svizzera- francese (la francese é diversa). Cercate una z o una lettera accentata e districatevi tra ö, ä e ü. (o una @ se è per quello).

Pro: ho un nipotino peloso bellissimo!

PS Mai, mai stringere la mano al capo! E' l'equivalente di firmare un contratto di lavoro, ma senza poterlo leggere prima!

4 commenti:

  1. In bocca al lupo per lo stage!
    PS: Poi parliamo dei diritti d'autore del titolo del blog ah! ah! ah! :-)

    RispondiElimina
  2. Caffé in cialda, macchinetta o bar aziendale? E' un parametro fondamentale della qualità dell'offerta lavorativa u_u prossimamente mi aspetto una relazione su tutte le opzioni disponibili di caffeina in bicchiere

    RispondiElimina
  3. Come "Il tuo commento sarà visibile dopo l'approvazione"??? Deve passare il vaglio censura???

    RispondiElimina
  4. Si chiamano omaggi, Dario ;)

    RispondiElimina